Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà, 3
T 0343 37485
F 0343 37361

Da lunedì a venerdì: 09:30-12:40 e 14:30-17:30
Sabato: 09:00-12:40 e 14:30-17:30 
Domenica e festivi: CHIUSO

 






consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Aperto tutti i giorni dalle 9.00-12.30 e 14.30-18.00.
 


 


 


 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini
T 0343 50611

Orari di apertura 
  
Sabato: 9.00 - 12.30 / 15.00 - 18.00
Domenica: 9.00 - 12.30


campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Gastronomia e tradizioni   Prodotti tipici

Melodie de carna seca

Il Violino di Capra della Valchiavenna è uno di quei prodotti che vengono consumati soprattutto nella stagione fredda.

Stimolano la convivialità e rappresentano bene quel senso di socialità che diffuso dalla “schola de umanità” dei crotti.
Il Violino di Capra della Valchiavenna non è un semplice salume. Nasce da un’antica tradizione locale, che prevedeva regole precise per la preparazione e la conservazione della coscia o della spalla di capra.
Un capolavoro di gastronomia, tanto da meritarsi l’istituzione di un Presidio di Slow Food. Il risultato finale è un salume che non si acquista a fette, ma si consuma intero. Il suo nome lo deve essenzialmente alla forma, che richiama appunto quella di un violino, con la zampa a fungere da manico e la massa muscolare da cassa. Il modo con cui lo si affetta, prelevando riccioli di carne con coltelli a lama stretta, somiglia moltissimo al gesto che compiono i violinisti mentre suonano il loro strumento.
 
Il Violino di Capra della Valchiavenna è tipico di queste vallate. L’antico transito di persone sui valichi alpini circostanti, provenienti da Germania, Austria e Svizzera, ha stimolato e fatto crescere le tecniche di lavorazione e di salagione delle carni. Oggi sono rimasti pochi artigiani che lavorano questo salume secondo le regole tradizionali. Come ricorda anche il Presidio Slow Food, la tradizione vuole che il violino passi di mano in mano e che ogni commensale affetti la propria porzione. Un tempo il Violino di Capra veniva fatto stagionare nei crotti, con una ventilazione ideale alla maturazione lenta. Questo prodotto lo si trova ancora in qualche macelleria della città di Chiavenna e dei principali centri della vallata. Alcuni ristoranti propongono degustazioni di “violino” o ricette ispirate alle sue carni saporite.
Una specialità da gustare in compagnia, prendendo il tempo necessario ad apprezzare questo simbolo della storia locale, accompagnato da un buon vino rosso di Valtellina.

Per conoscere i produttori:
www.valchiavenna.com


Articoli correlati

 

Contatti utili

Per informazione:
Consorzio Turistico Valchiavenna
T: +39 0343 37485
consorzioturistico@valchiavenna.com
 




In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live

Clicca per ingrandire







© 2021 Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna
www.valchiavenna.com - www.madesimo.com - www.campodolcino.eu
Valchiavenna Turismo Facebook
P.Iva e C.F. 00738460146 - Reg. Impr. SO 7923/1998 R.E.A. 56245


Informazioni ex art. 1, comma 125, della legge 4 agosto 2017 n. 124
Relativamente agli aiuti di Stato e aiuti de Minimis, si rimanda a quanto contenuto nel
“Registro nazionale degli aiuti di Stato” di cui all’articolo 52 L. 234/2012 (www.rna.gov.it).

ALLOGGI

Offerte speciali
Hotels
Bed and Breakfast
Agriturismi
Residence
Ostelli
Campeggi
Rifugi
Appartamenti

COSA FARE

La Valchiavenna in inverno
Sport e attività
Itinerari
Cultura
Da non perdere
Curiosità
Benessere
Shopping
Eventi

GASTRONOMIA E TRADIZIONI

Ristorazione
Tradizioni e artigianato
Prodotti tipici
Vini e cantine

INFORMAZIONI

Muoversi
Download prospetti
Valchiavenna Vacanze
Associati
Iscrizione alla newsletter
Privacy



Meteo

Webcam

Fotografie

Wallpaper

Video