Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario apertura dal 10.09.18 al 09.06.19
Feriali: 09:00 - 12:40 e 14:00 - 18:50
Festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00

Chiuso: 25 dicembre, 01 gennaio, 21 aprile





consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Da lunedì 10 settembre fino a domenica 25 novembre 2018
Feriali: 09.00-12.30 e 14.30-18.00
Festivi: 09.00-12.30


 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Dal 01 ottobre
lunedì, martedì e domenica  9.00-12.30
mercoledì e giovedì    chiuso
venerdì 15.00-18.00
sabato 9.00-12.30 e 15.00-18.00  




campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Itinerari

Sommarovina

Di primo acchito il nome Sommarovina non apre il cuore alla speranza, né fa presagire grandi bellezze paesaggistiche e ambientali. La realtà è meno catastrofi ca perché il toponimo non indica una grandissima rovina, ma un paesino posto alla sommità di un pendio franoso, così come Cimaganda o Sommaganda, com’era anche detto nei secoli passati, indica un abitato situato alla sommità di una “ganda”, cioè di massi franati. In dialetto è Samaroìna, dove la “u” del latino “summa” è diventata “a”, come del resto è avvenuto per Samòlaco da “summus lacus”. A dispetto del suo nome, Sommarovina è in una posizione invidiabile, panoramica come pochi paesi in valle: di lassù si domina tutta la Bregaglia italiana e molta parte del piano. Situato com’è a mezza costa della pendice delle Lepontine, a quota poco inferiore ai 1000 metri, fu abitato permanentemente a partire dalla metà del ‘400, quando da alpeggio stagionale divenne luogo stanziale, spopolandosi solo cinque secoli dopo, nell’ultimo dopoguerra. Oggi è luogo di villeggiatura e le antiche abitazioni, che fanno corona alla chiesa di San Giacomo benedetta nel 1667, sono diventate seconde case. Qui l’emigrazione fu particolare sia per la sede, che per il tipo di lavoro svolto. Gli abitanti seguirono prevalentemente la via di Vienna e dintorni, dove fecero gli spazzacamini, non diversamente da quelle di alcuni paesi svizzeri nella valle a occidente. Basta visitare il raccolto cimitero per rendersene conto. Le iscrizioni “consecrato dai patriotti / nell’Austria ed Ungheria / anno 1886”. La cappella al centro, costruita nel 1768, fu decorata con il Giudizio Universale probabilmente da Giovan Giacomo Rieg di Somvix nei Grigioni, un lavoro ingenuo, quasi naïf, ma signifi cativo, che è appena stato restaurato a spese del 36 Centro studi storici valchiavennaschi.

Patria degli spazzacamini d’Austria
 a cura di Guido Scaramellini
www.clavenna.it






In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live








© 2018 Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna
www.valchiavenna.com - www.madesimo.com - www.campodolcino.eu
Valchiavenna Turismo Facebook
P.Iva e C.F. 00738460146 - Reg. Impr. SO 7923/1998 R.E.A. 56245


ALLOGGI

Offerte speciali
Hotels
Bed and Breakfast
Agriturismi
Residence
Ostelli
Campeggi
Rifugi
Appartamenti

COSA FARE

Eventi
La Valchiavenna in inverno
Cultura
Itinerari
Sport e attività
Curiosità
Da non perdere
Shopping
Benessere

GASTRONOMIA E TRADIZIONI

Ristorazione
Tradizioni e artigianato
Prodotti tipici
Vini e cantine

INFORMAZIONI

Muoversi
Download prospetti
Valchiavenna Vacanze
Associati
Iscrizione alla newsletter
Privacy



Meteo

Webcam

Fotografie

Wallpaper

Video