Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario apertura dal 10.09.18 al 09.06.19
Feriali: 09:00 - 12:40 e 14:00 - 18:50
Festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00

Chiuso: 25 dicembre, 01 gennaio, 21 aprile





consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Da lunedì 10 settembre fino a domenica 25 novembre 2018
Feriali: 09.00-12.30 e 14.30-18.00
Festivi: 09.00-12.30


 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Dal 01 ottobre
lunedì, martedì e domenica  9.00-12.30
mercoledì e giovedì    chiuso
venerdì 15.00-18.00
sabato 9.00-12.30 e 15.00-18.00  




campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Itinerari

Bivacco Val Loga - Ex Cecchini

Grazie all’opportuna collocazione nell’arco alpino, la valle Spluga favoriva il passaggio dell’uomo già in tempi remoti. Il suo naturale accesso, relativamente agevole, fu determinante per gli aspetti commerciali, economici e non ultimo militari. La traccia per il passo dello Spluga, in seguito anche ad eventi naturali, subì nel tempo innumerevoli variazioni, dall’epoca romana al medioevo all’ancor attuale carrozzabile promossa dagli austriaci, sino alla variante per aggirare il bacino artificiale costruito nel 1931.
Con la nascita del traforo del S. Gottardo e in seguito ai cambiamenti nel quadro economico commerciale internazionale, negli anni Cinquanta il valico perse gradatamente importanza strategica, trasformandosi in pratica in una via di accesso alle mete turistiche.

L’abitato di Montespluga sorge a settentrione dell’invaso sul “Piano della Casa”, così definito in quanto qui anticamente sorgeva la Ca’ de la Montagna, ora albergo Vittoria, storica costruzione dotata di osteria, tappa obbligatoria per i viandanti e spesso provvidenziale riparo alle frequenti perturbazioni.
Proprio da questa piana si diparte l’escursione che vi proponiamo e che consente un doppio accesso; dalla Val Schisarolo o per la Val Loga.

Anello del Cardinello
Pianificando opportunamente la gita potremo tracciare una sorta di anello intorno al monte Cardine, percorrendo così entrambe le vie. L’itinerario è privo di difficoltà alpinistiche, ma piuttosto lungo, è quindi necessaria una discreta preparazione atletica. Lasciata l’auto nel comodo parcheggio nei pressi del rifugio Stuetta, raggiungiamo e superiamo il muro della diga (1905m).
Al cartello indicatore, ci dirigiamo verso est costeggiando il versante meridionale del monte Cardine su sentiero pianeggiante. Apprezzando la magnifica vista sulla valle del Cardinello e su tutta la valle, superiamo le baite di Le Mede e ci inoltriamo nella scoscesa valle Schisarolo.
La salita diventa più impegnativa: risaliamo erti crinali attraversando alcuni ruscelli e sempre su tracce ben visibili, guadagniamo il vallone ai piedi del ghiacciaio del pizzo Ferrè che incombe alla nostra sinistra. Agevolati da bolli segnavia e ometti di pietra, ci dirigiamo invece a nord-ovest per morene e detriti verso la già visibile bocchetta del Ferrè e in breve al bivacco (2750 m).
 
Il bivacco
Interamente rifatto a cura del CAI Valle Spluga e inaugurato il 9 agosto 2009, il Cecchini ostenta una robusta struttura in legno che, già a prima vista, infonde una gradevole sensazione di calore. Accogliente e funzionale, l’interno è arredato con una bella cucina e nove posti letto. Posizionato sulla dorsale che divide la Val Schisarolo dalla Val Loga, offre una splendida vista sul vicino Pizzo Ferrè. Superbo a nord il Tambò. Riposante a est la prospettiva sulla Val Loga e il lago di Montespluga, sovrastati dalla mole del Pizzo Suretta.
Completiamo ora il nostro anello scendendo per la Val Loga. La direzione è evidente e comunque sempre presenti i segnavia bianchi e rossi. Dapprima su ripidi sfasciumi e roccette poi su rapidi tornantini su terreno morenico. Perdiamo velocemente quota declinando alcuni dossi, abbassandoci tra pascoli e detriti alluvionali.
Aggirato un ultimo dosso, il sentiero ora ben marcato digrada dolcemente per pascoli, attraversando una serie di corsi d’acqua sino allo sbocco della valle.

Testo e fotografie di Enrico Minotti e Roberto Moiola






In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live

Clicca per ingrandire






© 2018 Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna
www.valchiavenna.com - www.madesimo.com - www.campodolcino.eu
Valchiavenna Turismo Facebook
P.Iva e C.F. 00738460146 - Reg. Impr. SO 7923/1998 R.E.A. 56245


ALLOGGI

Offerte speciali
Hotels
Bed and Breakfast
Agriturismi
Residence
Ostelli
Campeggi
Rifugi
Appartamenti

COSA FARE

Eventi
La Valchiavenna in inverno
Cultura
Itinerari
Sport e attività
Curiosità
Da non perdere
Shopping
Benessere

GASTRONOMIA E TRADIZIONI

Ristorazione
Tradizioni e artigianato
Prodotti tipici
Vini e cantine

INFORMAZIONI

Muoversi
Download prospetti
Valchiavenna Vacanze
Associati
Iscrizione alla newsletter
Privacy



Meteo

Webcam

Fotografie

Wallpaper

Video