Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà, 3
T 0343 37485
F 0343 37361

Da lunedì a sabato: 09:00-12:40 e 14:00-18:50
Domenica e Festivi: 09:00-12:00 e 14:30-18:00

 






consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Tutti i giorni: 09.00 - 12.30  e 14.30 - 18.00


 


 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini
T 0343 50611

da lunedì a sabato: 9.00-12.30/15.00-18.30
domenica: 9.00 12.30
 
Chiuso il mercoledì
 


campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Da non perdere

Piuro riparte dalla Cultura

Dal teatro ai concerti, Belfort protagonista per la stagione 2020
 
L´associazione Italo-Svizzera per gli scavi di Piuro guidata da Gianni Lisignoli e Piuro Cultura guidata da David Lucchinetti, insieme all´amministrazione comunale in particolare all´assessorato alla Cultura, Turismo e Grandi Eventi, presentano 3 serate di teatro e un concerto sino al prossimo 4 settembre, data in cui per tradizione, nel giorno di ricordo della frana del 4 settembre 1618, gli eventi di Piuro si concludevano. Gli eventi saranno accessibili solo su prenotazione chiamando il Consorzio per la Promozione Turistica della Valchiavenna allo 0343 37485. Il teatro e i concerti verranno trasmessi via streaming dai canali social del Comune di Piuro (Youtube e Facebook).
 
Tutti gli eventi, ad eccezione della preghiera ecumenica del 4 settembre, si svolgeranno alle ore 21. Eventuali cambi di date e location dovute a maltempo, verranno comunicati tempestivamente ai prenotati.
 
MUTARE HUMANUM EST
Breve viaggio nella Metamorfosi
un progetto di Luca Micheletti
 
Come da più di un decennio a questa parte, I Guitti tornano a portare il Teatro a Belfort. Nel mese di agosto avrà luogo un viaggio in tre tappe dedicato al tema della “metamorfosi”, intesa come cambiamento necessario e riflessione sul presente. Si sa che le idee di trasformazione e trasmutazione da una forma all’altra, da uno stato all’altro, hanno da sempre ispirato il pensiero e l’arte conducendo a riflessioni a volte inquiete, altre volte cariche di speranza. Sta di fatto che arriva il momento in cui l’umanità è posta di fronte alla necessità di trovare nuove occasioni e nuovi modi per proseguire. Se è vero che stiamo vivendo un periodo cruciale in questo senso, inaspettato e drammatico, l’interrogarsi sulle nostre paure e le nostre speranze di cambiamento può costituire una forma importante di riflessione per migliorare il mondo che verrà. Interpellare, in questo senso, la grande letteratura e la grande musica, senza dimenticare la necessità di quella leggerezza e di quell’ironia che sono il sale dello spirito, sembra la via migliore per veder realizzato il comandamento secondo il quale l’arte deve farsi consigliera e guida dei popoli. 
Direzione tecnica, sound&light design Fabrizio Ballini – Evoluzione Sonora assistente alla regia e alla drammaturgia Francesco Martucci responsabile organizzativo Gianni Lisignoli una produzione Compagnia Teatrale I GUITTI
 
01 agosto 2020
LO ZOO DELLE METAMORFOSI
Bestiario kafkiano
con Luca Micheletti
dai racconti di Franz Kafka
(Relazione per un’Accademia, La tana)
Musiche originali, chitarra e live electronics Roberto Bindoni Luca Micheletti e Roberto Bindoni, che già hanno percorso insieme passi importanti nell’universo di Kafka (La metamorfosi, produzione CTB 2014) popolato di trasfigurazioni animali, si ritrovano ora per attraversare altri due capitoli fondamentali di questo immaginario, reinventandoli con sottigliezza in due melologhi da camera che si avvalgono di una drammaturgia sonora originale. La creazione narrativa kafkiana riesce a stregarci da un secolo a questa parte per la sua potenza d’indagine psicologica, la sua semplicità linguistica e al contempo la sua grandiosa spinta mitografica a reinventare il presente perché vi trovi spazio un’inedita e necessaria forma di pietà.
 
08 agosto 2020
CANTI DEL PLENILUNIO
Reading-concerto per voci e fantocci
testi di Vincenzo Consolo (Lunaria, Male catubbo)
musiche di Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti, Antonín Dvořák, Gabriel Fauré, Reynaldo Hahn, Erik Satie, Fernando Sor, Francisco Tarrega, Heitor Villa-Lobos
con Elisa Balbo, soprano
Luca Micheletti, voce recitante
Francesco Martucci, voce recitante
Jacopo Monaldi Pagliari, voce recitante
Luca Marazzi, chitarra.
Sul tema dell’homo homini lupus si è attardata la letteratura di sempre. Raccogliendo all’ombra della notte le sue paure più ataviche – cui ha sempre donato una sembianza umanoide – l’uomo ha osato illuminarle di scorcio solo attraverso i raggi della “notturna lampa” leopardiana, quella Luna amata e stregata che gli ha restituito i suoi spettri più celebri: lupi mannari, vampiri e mille altre creature dell’oscurità. Ma se la luna cadesse?... Questo viaggio au clair de lune attraverso un mondo immaginario alternerà alle più belle pagine per voce solista e chitarra classica dedicate ai paesaggi notturni e alle contemplazioni lunari, le poetiche pagine della fiaba sospesa ed enigmatica che Vincenzo Consolo – complice un’idea di Lucio Piccolo – ha dedicato a un sogno di metamorfosi del mondo che perde il riflesso argenteo dell’astro notturno, approdando alla fatidica consapevolezza che «è finzione la vita, melanconico teatro, eterno mutamento».
 
22 agosto 2020
IL RINOCERONTE
Lettura scenica in forma radiodrammatica
da Eugène Ionesco riduzione e mise en espace di Luca Micheletti
con Pietro De Pascalis, Francesco Martucci, Giuseppe Palasciano, Valter Schiavone, Francesca Zaira Tripaldi.
Con la sua irresistibile verve, la sua intelligenza di farseur e la sua causticità sfumatamente,
elegantemente engagée, Eugène Ionesco riesce in questa famosa pièce a essere meno “assurdo” che mai, nonostante il grottesco del tema prescelto. Un’intera società vede l’avanzare di una strana epidemia in cui gli uomini si tramutano poco alla volta in rinoceronti. Simbolo originariamente dell’avanzata dei regimi totalitari, i “rinoceronti” di Ionesco si prestano facilmente ad essere indentificati con i nuovi anti-miti del progresso senza regole, della socialità telematica, della civiltà dello spettacolo ormai deterioratesi in impero dell’ego assuefatto. Nonostante la crucialità del tema, il testo mantiene un’irresistibile carica umoristica, compendiando scene pienamente comiche con caustiche trasfigurazioni del nostro quotidiano.
 
04 settembre 2020
402ESIMO ANNIVERSARIO DELLA FRANA DI PIURO
celebrazioni e concerto
 
ore 18.00, area archeologica di Belfort Preghiera ecumenica tra cattolici e riformati
ore 21.00 concerto dei solisti dell´orchestra Vivaldi OAV “We come.... Bach!”
Responsabili: Roberta Nobile, Chiara Torselli, Elisa Scanziani
J.S.Bach Dalla Suite n.1 per violoncello solo BWV 1007 Preludio
J.S.Bach Dalla sonata per violoncello e cembalo BWV 1027
Quarto movimento: Allegro moderato
J.S.Bach Dalla sonata n.3 per violino e cembalo II movimento: Adagio ma non tanto
J.S.Bach Dalla trio sonata BWV 1038 I movimento: largo
J.C.Bach Dal quartetto in Fa maggiore I movimento: Allegro II movimento: Minuetto con Variazioni
C.P.E Bach Dal concerto in re minore per flauto III movimento : allegro di molto
J.S.Bach Concerto Brandeburghese n.5 BWV 1050 Allegro Affettuoso Allegro
Clavicembalo originale dell´artista Giorgio Steffanoni
 
* in base alle normative anti covid-19, tutte le persone dovranno accedere all´area di Belfort muniti di mascherina e potranno toglierla solo quando saranno arrivati al proprio posto assegnato. All´ingresso dell´area verrà misurata la temperatura ad ogni utente. E´ vietato qualsiasi spostamento all´interno dell´area se non muniti di mascherine o di qualsiasi strumento per la protezione di naso e bocca.


Contatti utili

Per informazioni:
Consorzio Turistico Valchiavenna
T: +39 0343 37485
consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com
www.infopiuro.it
 




In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live

Clicca per ingrandire






© 2020 Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna
www.valchiavenna.com - www.madesimo.com - www.campodolcino.eu
Valchiavenna Turismo Facebook
P.Iva e C.F. 00738460146 - Reg. Impr. SO 7923/1998 R.E.A. 56245


Informazioni ex art. 1, comma 125, della legge 4 agosto 2017 n. 124
Relativamente agli aiuti di Stato e aiuti de Minimis, si rimanda a quanto contenuto nel
“Registro nazionale degli aiuti di Stato” di cui all’articolo 52 L. 234/2012 (www.rna.gov.it).

ALLOGGI

Offerte speciali
Hotels
Bed and Breakfast
Agriturismi
Residence
Ostelli
Campeggi
Rifugi
Appartamenti

COSA FARE

Itinerari
Da non perdere
Cultura
Sport e attività
Curiosità
Benessere
Shopping
Eventi
La Valchiavenna in inverno

GASTRONOMIA E TRADIZIONI

Ristorazione
Tradizioni e artigianato
Prodotti tipici
Vini e cantine

INFORMAZIONI

Muoversi
Download prospetti
Valchiavenna Vacanze
Associati
Iscrizione alla newsletter
Privacy



Meteo

Webcam

Fotografie

Wallpaper

Video