Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Orario di apertura dal 20.04.17 al 11.06.17
Feriali: 09-12.30 e 14.30-18.00
Festivi: 09-12.30



madesimo@valtellina.it

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Lunedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Martedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Venerdì: 09-12.30 e 15-18.30
Sabato: 09-12.30 e 15-18.30
Domenica: 09-12.30



campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Curiosità

L´alpinista Guardiano

Oreste Forno
L´alpinista Guardiano

Personaggi del calibro di Oreste Forno, non sono comuni e non si incontrano tutti i giorni.
Alpinista, scrittore, documentarista e - non da ultimo - guardiano delle dighe, con i suoi 65 anni di vita vissuta intensamente, Oreste rappresenta lo stereotipo irripetibile dell’esploratore che a cicli alterni si reinventa e si ri-progetta, intraprendendo nuove sfide e nuove imprese. “Cerco di vivere sempre esperienze diverse, che siano per me sempre appaganti” puntualizza all´inizio della nostra chiacchierata.

Spirito alpinista 
Chi mastica la montagna ad un certo livello, conosce molto bene le imprese che hanno reso celebre il nome di Oreste a livello internazionale. Dopo una parentesi di lavoro negli Stati Uniti, decide di mollare tutto e trasferirsi sull’Hymalaya, dove vi resta per circa 8 anni. Qui scala le più alte montagne della Terra, realizzando diverse ascensioni a quote elevatissime, moltissime nei panni di capo-spedizione. “E’ stata una fase della mia vita molto preziosa, privilegiata direi - ricorda -. Ho accompagnato in vetta moltissimi alpinisti e ho trascorsi anni intensi in un habitat spirituale, che porta l’uomo ad avvicinarsi alla parte più intima e profonda del pianeta e del proprio animo”.

Scrittore di successo 
La vita di Oreste è un continuo susseguirsi di trasformazioni. Consumata l’esperienza sull’Himalaya, ritorna in Italia e dà seguito a quel profondo desiderio di raccontarsi. Lo fa attraverso i libri. Comincia così a scrivere. Alle fine saranno 21 i titoli che darà alle stampe, tra romanzi, saggi, libri autobiografici e raccolte fotografiche. Tra le opere di maggior successo figurano "Sherpa conquistatori senza gloria", "L´altra montagna" (4 ristampe) e "Battistino Bonali, grazie montagna". E poi c´è "Guardiano di dighe. Il lavoro più bello del mondo (Bellavite Editore, Missaglia, 2012)" che ha ottenuto molteplici apprezzamenti di pubblico e di critica. In questo libro Oreste racconta molto di sé, delle sue riflessioni, dei progetti maturati durante le ore trascorse in solitudine nell’impianto di Moledana, in Val dei Ratti, all´estremità orientale del Tracciolino poco sotto quota 1000 metri.
 
Val dei Ratti 
Per incontrare Oreste bisogna salire la strada tortuosa che da Verceia, si arrampica incuneandosi nella stretta Val dei Ratti. L’invaso è protetto da uno sbarramento alto 37 metri, che contiene circa 100.000 mc di acqua. In questo eremo, Oreste matura le prossime sfide. “A 65 anni prendo cosapevolezza di nuove esigenze e esperienze. Sono vicino a casa mia, a Monastero di Berbenno, leggo e scrivo moltissimo oltre ad occuparmi della diga. Nel tempo libero mi dedico alla natura: sto completando un lungo lavoro dedicato alla Val dei Ratti che vorrei stampare a breve. E nel frattempo, sto producendo materiale video per un documentario dedicato alla fauna alpina”.

Riprese in quota 
Oreste racconta con entusiasmo le sue ultime riprese. “Mi affascina moltissimo il ritorno dell’orso sulle Alpi. Appena posso vado in Trentino per osservare nel suo habitat gli esemplari monitorati lassù e effettuare le riprese che mi servono. E’ un animale straordinario, certamente tra i miei preferiti, vive in solitudine e non è aggressivo. Tempo fa è stato avvistato anche qui, in Val dei Ratti. Il suo ritorno, insieme a quello del lupo, rappresentano un’opportunità straordinaria che la natura ci sta offrendo”.


Articoli correlati

 











© 2017 Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna
www.valchiavenna.com - www.madesimo.com - www.campodolcino.eu
Valchiavenna Turismo Facebook
P.Iva e C.F. 00738460146 - Reg. Impr. SO 7923/1998 R.E.A. 56245


ALLOGGI

Offerte speciali
Hotels
Bed and Breakfast
Agriturismi
Residence
Ostelli
Campeggi
Rifugi
Appartamenti

COSA FARE

Eventi
Cultura
Sport e attività
Itinerari
Curiosità
Shopping
Da non perdere
Benessere
La Valchiavenna in inverno

GASTRONOMIA E TRADIZIONI

Ristorazione
Tradizioni e artigianato
Prodotti tipici
Vini e cantine

INFORMAZIONI

Muoversi
Download prospetti
Valchiavenna Vacanze
Associati
Iscrizione alla newsletter



Meteo

Webcam

Fotografie

Wallpaper

Video