Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Orario di apertura dal 20.04.17 al 11.06.17
Feriali: 09-12.30 e 14.30-18.00
Festivi: 09-12.30



madesimo@valtellina.it

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Lunedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Martedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Venerdì: 09-12.30 e 15-18.30
Sabato: 09-12.30 e 15-18.30
Domenica: 09-12.30



campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Curiosità

A caccia di immagini

A caccia di immagini
Le suggestive immagini di ungulati, "catturati" nel loro habitat naturale dall´abilissimo fotografo Moreno Gianera, appassionato di montagna

Fotografie: Moreno Gianera
 
Moreno Gianera vive a Prata Camportaccio. è un grande appassionato di montagna, Frequentando spesso le alte quote, ha modo di osservare e studiare gli esemplari della fauna alpina nel loro habitat naturale. Conosce le loro abitudini, sa dove e quando trovarli. A questa attitudine si è unita poi la grande sensibilità fotografica. Un talento che lo spinge a ricercare gli animali per vederli nel loro ambiente, maestosi in mezzo alla natura e immortalarli – ma solo con l’obbietivo – nella loro bellezza. Appostamenti, momenti di pazienza e concentrazione, con la soddisfazione di essere in luoghi speciali e di avere davanti sempre nuove immagini da condividere con gli amici. I suoi scatti raccontano e fanno conoscere la Valchiavenna.
 
I Camosci 
nei mesi caldi stanno in alta montagna, mentre in inverno scendono a quote più basse alla ricerca di cibo. Vivono e si spostano in branchi con piccoli e femmine e pochi maschi. I maschi adulti stanno isolati o in piccoli gruppi. Le femmine guidano i grossi branchi. Il principale predatore dei camosci è l´aquila, che attacca solo i piccoli. Le corna dei maschi sono più grandi e robuste con dimensioni tra i 20 e i 30 cm. Schivi, ma simpatici e curiosi hanno come caratteristica principale la straordinaria agilità e la capacità di spostarsi su pendii scoscesi e impervi. Hanno un innato senso dell´equilibrio e sono dotati di zoccoli appuntiti anteriormente e con piccoli speroni posteriori. L´apparato polmonare è sovradimensionato rispetto al peso (30-60kg) e all´altezza (70-80 cm al garrese). Questo è il fattore che rende possibile grande resistenza e capacità di superare in salita notevoli dislivelli in pochissimo tempo. Si nutrono di ramoscelli e foglie di arbusti di piante graminacee e leguminose, ma non disdegnano aghi di piante resinose e licheni. Per vederli in Valchiavenna bisogna cercarli sui crinali e sui pendii più alti. Val di Lei, Angeloga , Suretta e Alpi Lepontine sono
solo alcune delle zone dove si possono ammirare.

Il Cervo 
è il più grosso erbivoro selvatico presente sulle Alpi. Elegantissimo, può arrivare fino ai 200 kg e vive anche 20 anni. Si sposta in branchi composti da giovani e femmine, guidati da una femmina adulta. I maschi si uniscono al branco nel periodo degli amori in autunno. La grandi corna (palco) dei maschi cadono in inverno per poi riformarsi più robuste e ramificate nei mesi successivi. A seconda delle stagioni si cibano di gemme, erba secca e frutti selvatici. Una volta individuati, si lasciano osservare a distanza, ma non devono essere disturbati. Conoscendone le abitudini possono essere studiati e fotografati.
Speciali per fascino e dolcezza gli atteggiamenti delle madri verso i piccoli.
In Valchiavenna sono molto diffusi e si possono avvistare con passeggiate ed escursioni brevi in pianura e alla base dei pendii montani nelle stagioni fredde o salendo di quota ai margini dei boschi e nelle radure nei periodi più caldi. La riserva naturale del Pian di Spagna e l´area protetta dietro Portarezza sono tra i luoghi dove a seconda delle stagioni si trovano più esemplari.

Lo Stambecco

è un animale dall´aspetto nobile e fiero. Il maschio arriva fino ai 150 kg di peso con vita di durata media tra i 18 e 22 anni. Zampe robuste, piuttosto corte e corna ad arco incurvate all´indietro di grandi dimensioni che aumentano con l´età. I piccoli restano con la madre fino ai 3 anni. Per quasi tutto l´anno lo stambecco vive al di sopra della linea dei boschi, ma può capitare che in primavera scenda a valle per brucare l´erba fresca. Ghiotto di sale che lecca tra le rocce, si nutre principalmente di piante erbacee arrivando a consumare anche 15-20 kg di vegetale al giorno. Questo gli permette di accumulare importanti riserve di grasso per l´inverno. Nelle ore centrali del giorno non è inusuale vederlo sdraiato a ruminare. Si avventura in passaggi rocciosi attraversando canali quasi impossibili, con un equilibrio e un senso dell´orientamento che gli permettono di frequentare indisturbato le vette più alte.
In Valchiavenna gli stambecchi si possono cercare nei luoghi meno frequentati, raggiungibili con qualche ora di cammino in salita. Sembrano inarrivabili per i comuni escursionisti, salvo qualche sorpresa sporadica, ma sono invece immortalati spesso dai nostri instancabili e bravissimi fotografi. Nella vicina Bregaglia ed in Engadina si possono vedere al di sopra dei 1800 metri e sono il simbolo del Canton Grigioni.













© 2017 Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna
www.valchiavenna.com - www.madesimo.com - www.campodolcino.eu
Valchiavenna Turismo Facebook
P.Iva e C.F. 00738460146 - Reg. Impr. SO 7923/1998 R.E.A. 56245


ALLOGGI

Offerte speciali
Hotels
Bed and Breakfast
Agriturismi
Residence
Ostelli
Campeggi
Rifugi
Appartamenti

COSA FARE

Eventi
Cultura
Sport e attività
Itinerari
Curiosità
Shopping
Da non perdere
Benessere
La Valchiavenna in inverno

GASTRONOMIA E TRADIZIONI

Ristorazione
Tradizioni e artigianato
Prodotti tipici
Vini e cantine

INFORMAZIONI

Muoversi
Download prospetti
Valchiavenna Vacanze
Associati
Iscrizione alla newsletter



Meteo

Webcam

Fotografie

Wallpaper

Video