Chiavenna

Infopoint Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà, 3
T 0343 37485
F 0343 37361

Da lunedì a venerdì: 9:00-12:40 e 14:00-18:00
Sabato: 9:00-12:40 e 14-18:50
Domenica: 10-12 e 14:30-18


 






consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Infopoint Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Lunedi-sabato: 9.00-12.30 / 15.00-18.00.
Domenica 9.00-12.00
Mercoledì disponibilità solo telefonica e email




Da lunedì 8 aprile
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì, sabato: 9:00-12:30 e 15:00-18:00
Mercoledì: ufficio chiuso ma reperibili telefonicamente e via e-mail
Domenica e festivi: 9:00-12:00 


 


 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Infopoint Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini, 2
T 0343 50611

Lunedi, mercoledi e domenica: 9-12.30 
Venerdì: 15.00-18.00
Sabato: 9-12.30, 15.00-18.00
Martedì e giovedì: chiuso



 
 


campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Cultura

Un luogo di arte e riflessione

Alla scoperta di una delle "gemme" della città, spesso sottovalutata.
 
A cura di Raymond Ball - Foto di Francesco Triaca
 
Potreste essere sorpresi di quante persone si prendano il tempo di visitare i cimiteri quando sono in vacanza o in viaggio. Naturalmente il famoso Cimetière du Père Lachaise di Parigi fa spesso parte dell´itinerario dei visitatori, "casa" di personaggi come Amedeo Modigliani, Oscar Wilde, Edith Piaf, Maria Callas e Jim Morrison, solo per citarne alcuni. Il cimitero acattolico (o cimitero non cattolico) di Roma è stato un altro "must" per il vostro corrispondente, per vedere le tombe dei poeti romantici inglesi Percy Shelley e John Keats.
 
Ma più vicino a noi, in Valchiavenna, un esempio notevole di sepoltura suggestiva si trova nel cuore del paese, vicino alla chiesa collegiata di San Lorenzo, dedicata al santo già nel 973. Merita di essere segnalato tra i tanti "luoghi speciali da visitare" della città. Forse non ci sono figure così illustri come nell´equivalente parigino, ma molti lasciano un´impressione duratura. Un´amica che ho portato lì decenni fa mi chiede ancora di salutare il suo "giovane soldato" adottato, caduto nella Grande Guerra.
 
A parte l´architettura sorprendente - vaste cripte di famiglia, volte e mausolei - l´ultima dimora dei valligiani - e non solo - è un luogo di calma, pace, contemplazione e non poca bellezza. Ai piedi delle Alpi e con l´appropriato sfondo del Parco Botanico Paradiso, offre un momento di riflessione.
 
Secoli fa i ricchi chiavennaschi e il clero venivano inumati all´interno del "porticato", conosciuto localmente come "I Monùmént", l´area claustrale proprio di fronte alla chiesa di San Lorenzo, e l´attuale cimitero iniziò a prendere forma solo a partire dal 1827 e vide uno sviluppo graduale fino alla fine del secolo.
 
Oggi si tratta di una vasta gamma di stili architettonici - alcuni forse non graditi a tutti - ma comunque di grande effetto, che rappresentano quasi un documentario della storia dell´arte mondiale, con stili molto diversi tra loro: dall´antico egizio della famiglia Monti, all´arte mesopotamica della famiglia Ogna, dal greco dei Dolzino, al romanico dei Pestalozzi e dei Sironi, fino al gotico dei Ritter-Mùller.
 
Ma tra le tombe più modeste ne spiccava un´altra. Tutt´altro che locale. E - scusate - anche perché è l´unica del cimitero con un epitaffio scritto in inglese - qui in traduzione, "In Cara Memoria di rev. John M.E. ROSS, ministro anglicano e direttore del "British Weekly", nato a Rothesay (Scozia) il 20 ottobre 1870, morto a Chiavenna il 3 agosto 1925". Il reverendo giornalista, un uomo molto viaggiato in vita, aveva lasciato la sua base di Londra per trascorrere 3 settimane al Palace Hotel di Maloja, molto popolare tra gli inglesi in quel periodo.

Il reverendo aveva una storia di problemi polmonari e gli era stata consigliata l´altitudine. Ma dopo pochi giorni si ammalò e il medico curante Lemon gli consigliò di scendere a Chiavenna dove occupò una stanza all´Hotel Conradi. Purtroppo non si riprese. Henry Lunn, un compagno ospite del Palace, scriverà in seguito in un testamento sul British Weekly: "Chiavenna è una piccola città italiana, situata ai piedi delle montagne, il cimitero è isolato in un anfiteatro con notevoli pareti rocciose alte 200 -300 piedi. È il cimitero più bello che abbia mai visto in vita mia. L´ingresso è attraverso quella che i cittadini hanno giustamente chiamato "la valle della rimembranza", un viale di cipressi cresciuti fino a una bella altezza, con uno piantato per ogni giovane chiavennasco caduto nella Grande Guerra".
 
Ben detto! E questo ci riporta perfettamente al "giovane soldato" adottato dalla mia amica. E, a titolo personale, anch´io ho molti, molti vecchi amici all´interno. Raccomando vivamente di trascorrere un´ora o due di riflessione all´interno di questo suggestivo parco, potreste semplicemente uscirne ispirati.


Contatti utili

Per informazioni:
Consorzio Turistico Valchiavenna
T:+ 39 0343 37485
consorzioturistico@valchiavenna.com
 




In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live









© 2024 Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna
www.valchiavenna.com - www.madesimo.com - www.campodolcino.eu
Valchiavenna Turismo Facebook
P.Iva e C.F. 00738460146 - Reg. Impr. SO 7923/1998 R.E.A. 56245


Informazioni ex art. 1, comma 125, della legge 4 agosto 2017 n. 124
Relativamente agli aiuti di Stato e aiuti de Minimis, si rimanda a quanto contenuto nel
“Registro nazionale degli aiuti di Stato” di cui all’articolo 52 L. 234/2012 (www.rna.gov.it).

ALLOGGI

Offerte speciali
Hotels
Bed and Breakfast
Agriturismi
Residence
Ostelli
Campeggi
Rifugi
Appartamenti

COSA FARE

Itinerari
Cultura
Sport e attività
Curiosità
Da non perdere
Eventi
Benessere
Shopping
La Valchiavenna in inverno

GASTRONOMIA E TRADIZIONI

Ristorazione
Tradizioni e artigianato
Prodotti tipici
Vini e cantine

INFORMAZIONI

Muoversi
Download prospetti
Valchiavenna Vacanze
Associati
Iscrizione alla newsletter
Privacy



Meteo

Webcam

Fotografie

Wallpaper

Video